Meditazioni sul Vangelo

Meditazioni sul Vangelo

Meditazioni sul Vangelo

Meditazioni sul Vangelo

Il profeta Ezechiele, Gesù e noi

Il profeta Ezechiele, Ges e noi

Dio ha mandato il profeta Ezechiele agli Israeliti, ossia a "Un popolo di ribelli, che si sono rivoltati contro di me. Essi e i loro padri hanno peccato contro di me fino a oggi". Non molto diverso stato il comportamento degli abitanti di Nazareth nei confronti di Ges; si sono ribellati al Messia e Profeta che Dio aveva fatto sorgere proprio in mezzo a loro. La loro ribellione stata cos violenta che volevano uccidere Ges facendolo cadere da un precipizio; questi sentimenti e questi comportamenti preannunciavano gi ci che sarebbe accaduto sul Golgota. Oggi si ripete la stessa cosa, Ges non accolto, non creduto, non amato, Ges crocifisso nel cuore di molti, allora il sole si oscura e la terra trema; nel buio che avvolge le nazioni gli uomini avanzano come ciechi guidati da ciechi, tutti i riferimenti sociali, istituzionali ed ecclesiali vacillano, la menzogna e il delitto dilagano, Satana regna.

Stando cos le cose, perch il sole dovrebbe continuare a sorgere, la terra continuare a produrre frutti e le stagioni compiere il loro corso? Che cosa giustifica il permanere di un mondo corrotto e deicida? La ragione umana non in grado di dare una risposta soddisfacente, ma quando la ragione riconosce la sua impotenza la fede suggerisce di appoggiarsi non su ci che l'uomo comprende, ma su ci che Dio propone, su un misterioso progetto nascosto nella mente di Dio che ha al centro Cristo morto e risorto. "Ascoltino o non ascoltino - dal momento che sono una gena di ribelli -, sapranno almeno che un profeta si trova in mezzo a loro". Se c' un profeta in mezzo a una gena di ribelli, allora, forse, almeno nell'ora della morte, l'uomo potr accogliere quel profeta, potr accogliere Cristo e salvarsi, cos il mondo avr avuto un senso. Che il Signore ci conceda di accogliere i profeti che lui manda nel corso della vita di ogni uomo; se li accoglieremo, "A suo tempo ogni cosa sar riconosciuta buona" (Sir 39, 34). La Regina dei Profeti non ci faccia mancare il suo materno soccorso.

Brevi riflessioni

NOTA: se vuoi stampare le riflessioni verranno automaticamente esclusi: l'intestazione, le immagini, i menu e il pi di pagina.

Meditazioni

Consapevole che le meditazioni proposte non sono che incerti balbettii, faccio appello alla carit del lettore perch vengano accolte con benevolenza. In fondo, davanti a Dio, siamo tutti dei bambini bisognosi di imparare a parlare l'unica lingua che si parli nel suo Regno, la lingua dell'amore.

NOTA: se vuoi stampare le meditazioni verranno automaticamente esclusi: l'intestazione, le immagini, i menu e il pi di pagina.